Photogallery Materials Village Milano 2019Photogallery Materials Village Milano 2018Materials Village approda a Maison & Objet

Material ConneXion Italia, il più importante network internazionale di ricerca e consulenza sui materiali innovativi e sostenibili, presenta a Maison & Objet la prima edizione parigina di Materials Village, l’hub di eventi e iniziative dedicate a promuovere materiali, nuove tecnologie e sostenibilità.

Dopo esser diventato uno dei punti di riferimento della Milano Design Week e del London Design Festival, Materials Village approda a Parigi per presentare, nella cornice di Maison & Objet – fiera internazionale dedicata al design, alla decorazione e all’architettura di interni – un progetto rivolto agli architetti parigini e dedicato al mondo dell’interior. L’hub di Material ConneXion Italia sarà all’interno della Hall 8 Stand A98 – B97, il padiglione dedicato all’ispirazione e alle soluzioni progettuali per architetti e designer d’interni. In questo contesto, dunque, i materiali avranno un ruolo centrale per i visitatori alla ricerca di risposte su misura alle loro esigenze progettuali.

Nell’ambito di questa edizione parigina, inoltre, sarà presentata l’installazione, curata da Studio Marco Piva, “L’Atelier Italien”, che darà un’interpretazione tutta italiana dei materiali delle aziende espositrici, valorizzandone le caratteristiche tecniche, decorative e funzionali. L’architetto Marco Piva ha commentato: “La ricerca sulla materia della composizione architettonica e degli interni è per me un’attività quasi maniacale, sia che si tratti di materiali naturali – marmi, pietre – che di materiali artificiali – vetri, ceramiche, metalli – sino ai nuovi materiali di compositi e di sintesi.  Ne – L’Atelier Italien – la forza del progetto deriva dal dialogo creativo che si è instaurato tra il mio Studio e le aziende: come in un atelier, dalla sinergia tra architetto e impresa, dall’estro creativo unito alla maniacalità sartoriale, nascono possibilità uniche. La matrice è tutta italiana, il risultato è pronto per affrontare il Mondo”. Infine, un altro allestimento di rilievo, sarà quello di Abet Laminati, che si presenta, all’interno di Materials Village, con uno stand progettato da Paola Navone e dedicato a Polaris, la superficie calda e morbida al tatto, anti-impronta, resistente ai graffi e al calore.

Il successo del format del Materials Village consiste, dunque, nell’aver un giusto rapporto tra spazio dedicato all’innovazione/ricerca e spazio a disposizione delle aziende produttrici di materiali per presentare i loro prodotti: un villaggio strutturato in “casette” ciascuna dedicata ad un progetto collegato al mondo dei materiali e dei processi produttivi. Material ConneXion Italia, inoltre, avrà una presenza di rilievo con l’allestimento della sua materioteca, caratterizzata da una selezione dei materiali più innovativi.

Di seguito, le aziende presenti al Materials Village:

ABET LAMINATI, AXALTA, GRANORTE, LEATHER’S STYLIST, NATURTEX, NOVACOLOR, OLTREMATERIA, TABU, XEDRA.

Photogallery Materials Village – Milano 2017New Materials for a Smart City

Al via dal 3 aprile la mostra-evento sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione della città intelligente nel contesto della quarta edizione di Materials Village, l’hub di Material ConneXion Italia dedicato a materiali, nuove tecnologie e sostenibilità, negli spazi di SuperstudioPiù, in Via Tortona 27.

New materials for a smart city

“Per progettare una smart city occorre una strategia urbanistica smart, ma per costruirla servono materiali intelligenti”, così Material ConneXion Italia vuole affrontare il tema dell’esposizione patrocinata dal Comune di Milano. L’obiettivo è quello di offrire un’articolata panoramica in chiave materica sull’innovazione delle tecnologie abilitanti per la costruzione delle nuove città intelligenti.

Riflettere e lavorare sulle Smart City impone di interrogarsi su aspetti tangibili; non solo sui temi dell’ICT, dell’immaterialità e dello scambio di informazioni. Tuttavia, creare infrastrutture abilitanti, significa anche progettare e costruire infrastrutture di rete, ossia spazi fisici e virtuali che si concretizzano con e in soluzioni materiali. Dunque, è richiesta una nuova attenzione alla questione dei materiali.
New Materials for a smart city” si propone di mettere in mostra soluzioni materiali e tecnologie per la creazione delle strutture abilitanti: materiali eco-efficienti e a basso impatto per il green building e la progettazione di nuovi spazi pubblici, innovazioni tecnologiche per smart grid, illuminazione pubblica e reti di sensori, materiali compositi avanzati per nuove infrastrutture leggere, resistenti e interconnesse, materiali smart high and low tech per una nuova sicurezza, ecc. Il concetto di “internet of things” trova declinazione materica in quello di “internet of materials”.

La mostra-evento è organizzata in 4 aree tematiche: Eco-Innovation (soluzioni e sistemi per l’eco-efficienza degli edifici e le vertical farm), Advanced Building (materiali edili avanzati), Smart Living (soluzioni per il comfort ambientale cittadino e domestico) e ICT Materiale (soluzioni per lo scambio di informazioni e dati in ambito urbano).
L’allestimento della mostra integra elementi e artefatti comunicativi di importanti soluzioni legate alle smart city, campioni fisici di soluzioni fornite da aziende espositrici e gallery di campioni selezionati dal team Material ConneXion® Italia. La parte allestitiva sarà integrata da eventi di incontro, confronto, dialogo e dibattito sui diversi temi in chiave materiale e tecnologica relativi alle città intelligenti.

In un’area della mostra sarà anche presentato il progetto europeo Sharing Cities, finanziato dal programma Horizon 2020, di cui il Comune di Milano è città partner insieme ad altri 36 soggetti internazionali del mondo pubblico e privato. Obiettivo del progetto a livello locale è la realizzazione di un Distretto “smart” nell’area di Porta Romana/Vettabbia, per rispondere alle principali sfide ambientali della città e migliorare la vita quotidiana dei suoi abitanti. Alcuni dei partner del progetto presente nella mostra sono: A2A Smart City, Cefriel, Fondazione Politecnico di Milano, Siemens e Teicos Group.

materiali per le smart city

Di seguito, una breve descrizione delle novità presentate dalle aziende partner all’interno della mostra “New Materials for a Smart City”:

Toshiba Materials CO.LTD presenta TRI-R, la nuova tecnologia LED che riproduce una luce naturale, sulla base dello spettro solare. In grado di evidenziare la nitidezza di dettagli e texture senza alterare i colori, crea un’atmosfera soft, rispettando il ritmo circadiano associato al benessere umano.

3M Italia presenta le sue soluzioni innovative per la localizzazione, la protezione e la conservazione nella Smart City. I prodotti 3M esposti nella mostra saranno cinque: 3M Novec™ 1230, soluzione per la protezione antincendio; 3M Novec™ Specialty Fluids per diverse applicazioni industriali tra cui la pulizia di precisione; 3M Scotchkote™, resina utilizzata per il relining delle condotte; i marcatori 3M Locating & Marking per la mappatura del sottosuolo e la tecnologia interattiva Multi-Touch.

IBM Ialia presente per la prima volta al FuoriSalone nella cornice di Materials Village, presenta attraverso app e conferenze, esempi di utilizzo di Watson, la tecnologia cognitiva che interagisce con l’uomo in linguaggio naturale e permette di accrescere le potenzialità e le competenze degli esperti in ogni settore.

Veolia Water Technologies, azienda leader mondiale nella fornitura di impianti e soluzioni per il trattamento delle acque, reflue e di processo, si affaccia al mercato con una gamma completa di soluzioni tecnologiche, innovative ed all’avanguardia.

Trash-2-Cash, un progetto di Ricerca e Innovazione (R&I) co-finanziato dall’UE sotto il programma Horizon 2020. Scopo è la rigenerazioni di fibre da rifiuti tessili e la realizzazione di prodotti di alta qualità applicando una metodologia interdisciplinare in cui il design interviene sin dall’inizio nel processo di definizione delle fibre cellulosiche e di poliestere rigenerate.

Pelma, realtà industriale leader nella produzione di poliuretano espanso flessibile, presenta 2 materiali: DryFlex®, il primo poliuretano espanso flessibile idrofobico e Thermofresh®, un materiale innovativo in grado di assorbire il calore e mantenere costante la temperatura.

Directa Plus presenta GRAFYSORBER®, un materiale innovativo e sostenibile a base di grafene, super-performante per la decontaminazione di acque e suoli da oli, idrocarburi e altri inquinanti organici.

Stone Italiana, azienda di Verona che produce lastre in quarzo ricomposto, presenta DNA Urbano, inserendosi in un percorso di re-upcycle delle terre di spazzamento inventando lastre per pavimentazioni da impiegare in progetti di architettura e interni.

Opendot & WASP presentano MICRO FACTORY, progetto pilota della Industry 4.0, uno Smart Lab temporaneo che produce localmente oggetti on demand. Produzioni digitali e sperimentazioni tecnologiche che portano al centro della città e nelle mani del cittadino la manifattura di oggetti intelligenti sulla base delle esigenze specifiche.

Politecnico di Milano Nextmaterials consorzio interuniversitario nazionale per la scienza e tecnologia dei materiali.

Registrati ora per partecipare a tutti gli eventi in programma!

FuoriSalone 2017 – Materials Village torna in Zona Tortona

Dal 4 al 9 Aprile, in occasione della Milano Design Week, ritorna uno degli appuntamenti più attesi del Fuorisalone: Materials Village, l’hub di Material ConneXion Italia dedicato a materiali, nuove tecnologie e sostenibilità.
Dopo il successo delle prime tre edizioni, Materials Village prende nuovamente vita a Superstudio Più diventando sempre più grande: la quarta edizione, infatti, è cresciuta fino a occupare l’intero Art Garden di Superstudio insieme alla Lounge, per un totale di circa 1.850 mq. di spazio.

Materials-Village2017

Importante novità di quest’anno è la mostra-evento “New Materials for a Smart City”, curata da Material ConneXion Italia con il Patrocinio del Comune di Milano. La mostra offre ai visitatori della Design Week milanese una panoramica sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione della città intelligente.
In questo contesto, i visitatori potranno trovare il meglio dell’innovazione dei materiali insieme a tante novità: dalla grande installazione di Studio Patricia Urquiola per 3M a Watson, la tecnologia cognitiva di IBM in grado di interagire con l’uomo in linguaggio naturale.

Materials-Village-mappa-2017

Di seguito, una breve descrizione delle novità presentate quest’anno dalle aziende partner.

3M presenta “La Capsula della Memoria”, una collaborazione creativa con Studio Patricia Urquiola per sprigionare un’ispirazione sentimentale attraverso un’installazione che illustra l’importanza di preservare le memorie per il futuro attraverso l’unione di architettura, design e la magia dei materiali.

Oltremateria e Caldobenessere: Ecomat s.r.l. attraverso i brand, Oltremateria® e CaldoBenessere®, sviluppa nuove idee, tecnologie e tecniche applicative per pavimenti e rivestimenti continui. Materiali e superfici per l’Architettura e il Design, danno vita alle superfici continue del benessere per l’ambiente e la persona, ora si integrano e si completano con la nuova collezione di Terre naturali e l’innovativo sistema di riscaldamento a raggi infrarossi Caldobenessere®.

IPM Italia presenta Urban Design Line, sistemi e prodotti eco-friendly per l’outdoor, resistenti agli agenti atmosferici, drenanti, filtranti, ideali per piazze, piste ciclabili e parcheggi, percorsi di camping e campi da golf e il marchio Resistyle per il settore residenziale.

Novacolor, azienda leader nel settore di finiture decorative per l’architettura e l’interior design, ha progettato uno spazio dedicato al vivere consapevole. Focus: creare ambienti di design dove il benessere mentale e fisico acquistano una valenza prioritaria.

Elitis, azienda che si occupa di rivestimenti murali e tessuti d’arredamento, presenta pareti ricoperte di mosaici di noce di cocco e di grandi panoramici. I tessuti trovano il loro posto in giardino, mentre i ricami fioriscono sulle finestre. Colori e disegni si uniscono e si abbinano, creando delle corrispondenze insolite e delle coppie inattese.

Gerflor, azienda produttrice di superfici per pavimentazione vinilica, mette in scena il suo DNA sostenibile e una infinita possibilità di soluzioni decorative, sia modulari che a rullo, protagoniste di un allestimento in grado di sconvolgere ogni paradigma in materia di pavimento.

IBM Italia, presente per la prima volta al FuoriSalone nella cornice di Materials Village, presenta attraverso app e conferenze, esempi di utilizzo di Watson, la tecnologia cognitiva che interagisce con l’uomo in linguaggio naturale e permette di accrescere le potenzialità e le competenze degli esperti in ogni settore.

Fukuoka Weaving – Morito Co.LTD: azienda che riproduce la tradizionale tessitura giapponese “Nishijin-ori” – utilizzando la nuova tecnologia ”Carbon Fiber”. Fukuoka-Kígyó è un maker che produce una tessitura in carbonio, attraverso il tradizionale metodo giapponese di oltre 100 anni fa.

Naturtex è un’azienda spagnola che presenta una collezione di tappeti dal gusto raffinato e distintivo; caratterizzati da un design elegante e senza tempo.

Tile Skin: Il progetto espositivo TILESKIN® 2017, curato dalla designer Patrizia Trupiano, intende offrire ai visitatori la possibilità di immaginare la trasformazione dei propri locali, per dare nuovo smalto e nuova vita a stanze e zone ormai passate di moda.

XL EXTRALIGHT partecipa al Materials Village con un progetto di allestimento ispirato alla sua nuova brand line che vuole esprimere tutte le qualità e molteplicità d’uso di questo speciale Materiale, in grado di fare la differenza in ogni progetto che lo coinvolge.

Askoll Holding, gruppo leader nella produzione di motori elettrici ad alta efficienza energetica per elettrodomestici, acquari, laghetti e veicoli, mette in scena tante novità rigorosamente Made in Italy per far “viaggiare” i visitatori verso un futuro migliore.

Adapta Color è produttore di vernici in polvere molto focalizzato sull’innovazione e sulla creatività. Il laboratorio insieme ad apparecchiature altamente specializzate consentono di ottenere prodotti e un servizio al cliente di eccellente qualità.

Decolan è il punto di riferimento per la fornitura di superfici decorative innovative, ideali per qualunque tipo di applicazione in case, uffici, yacht, aeroporti, hotel, negozi, bar, ristoranti.

I-MESH è un materiale brevettato nella progettazione di protezioni solari ventilate per schermare edifici e persone. In Indoor per creare delle “pareti d’aria” non occlusive, tendaggi e controsoffitti. Sia i materiali che i decori si fondono in un linguaggio grafico in perfetto equilibrio tra tradizione e contemporaneità. I-MESH è Tecnologia, Arte e Sostenibilità.

Leather’s Stylists commercializza pellami per arredamento di altissima qualità, per il mercato residenziale, contract, aeronautico, nautico e hospitality. Si dedica alla creazione, al design e allo sviluppo di articoli innovativi di alta gamma, offrendo ad architetti e designers totale libertà.

MIA Srl

Registrati ora per partecipare a tutti gli eventi in programma!

New materials for a smart city

Mostra-evento sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione della città intelligente

Material ConneXion® Italia organizza la mostra-evento “New materials for a Smart City” all’interno della piattaforma “Materials Village” negli spazi di SuperStudio-via Tortona durante la Milano Design Week 2017. La mostra-evento, che avrà il patrocinio del Comune di Milano, si propone di offrire un’articolata panoramica sulla frontiera dell’innovazione in chiave materica delle tecnologie abilitanti per la costruzione delle nuove città intelligenti.

Riflettere e lavorare sulle smart city impone di interrogarsi sugli aspetti tangibili. Spesso si ritiene che il concetto di smart city sia legato, in ambito tecnologico, unicamente al tema dell’ICT e all’immaterialità dello scambio dell’informazione. Creare infrastrutture abilitanti significa però anche progettare e costruire infrastrutture di rete, ossia spazi fisici e virtuali che si concretizzano con e in soluzioni materiali.

La creazione di relazioni virtuose, collaborative, dialogiche, inclusive e attive, tra il capitale umano, intellettuale e sociale di chi abita le città e le infrastrutture abilitanti richiede una nuova attenzione alla questione dei materiali. La nuova frontiera dell’innovazione tecnologica, assieme a strategie urbanistiche appropriate, contribuisce alla buona gestione dei problemi urbani che le città si trovano ad affrontare: inquinamento (ambientale, illuminazione, acustico, ecc.), costi energetici, mobilità, pulizia urbana, gestione dei rifiuti, rischi da disastro e sicurezza, ecc.

“New materials for a smart city” si propone di mettere in mostra soluzioni materiali e tecnologie per la creazione delle strutture abilitanti: materiali eco-efficienti e a basso impatto per il green building e la progettazione di nuovi spazi pubblici, innovazioni tecnologiche per smart grid, illuminazione pubblica e reti di sensori, materiali compositi avanzati per nuove infrastrutture leggere, resistenti e interconnesse, materiali smart high and low tech per una nuova sicurezza, ecc. Il concetto di “internet of things” trova declinazione materica in quello di “internet of materials”.

La mostra-evento presenta una selezione di soluzioni innovative con l’intento di materializzare il concetto di smart city ed essere vetrina per la diffusione delle nuove possibilità utili a migliorare il funzionamento della città e la vita dei sui abitanti.

La mostra è organizzata in 4 aree tematiche: Eco-Innovation (soluzioni per l’eco-efficienza degli edifici e urban green growth); Advanced Building  (materiali edili avanzati, strutturali e non); Smart Living (soluzioni per il comfort ambientale cittadino e domestico) ICT Materiale (soluzioni per lo scambio di informazioni e dati in ambito urbano). L’allestimento della mostra integra elementi e artefatti comunicativi (video, immagini, key word, testi descrittivi…) di importanti soluzioni legate alle smart city (edifici simbolo, infrastrutture emblematiche, modelli virtuosi, buone pratiche …), campioni fisici di soluzioni fornite da aziende espositrici, e gallery di campioni selezionati dal team Material ConneXion® Italia.

Superfici-display modulari metteranno in mostra tecnologie e materiali delle aziende espositrici e sponsor, sviluppando un layout espositivo armonizzato, caratterizzante e coerente. La parte allestitiva sarà integrata da eventi di incontro, confronto, dialogo e dibattito sui diversi temi in chiave materiale e tecnologica relativi alle città intelligenti.

“Per progettare una smart city occorre una strategia urbanistica smart,
ma per costruirla servono materiali intelligenti”  Material Connexion Italia

Scarica la presentazione

Per maggiori informazioni:

Giulio Marzi
Account Manager
T +39 02 86891720
E gmarzi@materialconnexion.com

Grazie per aver visitato Materials Village a 100% Design 2016

Materials Village ha aperto le porte alla sua terza edizione londinese a 100% Design dal 21 al 24 settembre 2016 dando il benvenuto a 27,387 visitatori.

Vogliamo ringraziare tutti i partner dell’evento – Almeco, Antipanic, Backlight, I-MESH, Toshiba Materials, XL EXTRALIGHT – Giulio Ceppi Total Tool per il concept espositivo e tutti i visitatori per aver reso questa edizione un successo. Vi aspettiamo alla prossima edizione milanese: dal 4 al 9 aprile 2016 a Superstudio Più.

 

 

Press kit Materials Village London edition – 2016

100% Design – Olympia London
Design & Build – Stand E494

Dal 21 al 24 settembre 2016 Materials Village, l’hub di Material ConneXion Italia dedicato a materiali, nuove tecnologie e sostenibilità, sarà a 100% Design, la più nota fiera di design del Regno Unito che si svolge a Olympia, Londra.

Scarica il press kit ufficiale

Materials Village @ London Design Festival 2016

100% Design – Olympia London
Design & Build – Stand E494

Dal 21 al 24 settembre 2016 Materials Village, l’hub di Material ConneXion Italia dedicato a materiali, nuove tecnologie e sostenibilità, sarà a 100% Design, la più nota fiera di design del Regno Unito che si svolge a Olympia, Londra.

Dopo il successo dell’edizione italiana, durante il Fuorisalone 2016,  Materials Village, per il terzo anno, sarà tra i protagonisti di 100% Design durante la settimana del London Design Festival, il cui programma si compone di oltre 400 eventi e mostre organizzate da centinaia di partner internazionali quali istituzioni, aziende e designer.

Anche quest’anno, l’hub di Material ConneXion Italia si presenta con un format costituito da “casette” come in un vero e proprio “villaggio”, ognuna dedicata ad un progetto collegato al mondo dei materiali e dei processi produttivi. Il concept espositivo di questa edizione del Materials Village è stato progettato da Giulio Ceppi – Total Tool. I campi di applicazione sono vari: tessile, architettura, interior, arredo e illuminazione.

I partner di questa terza edizione londinese sono aziende internazionali innovative, provenienti da diversi settori:

ALMECO spA: società internazionale che produce materiali e servizi innovativi per la realizzazione di progetti architettonici. Produce una vasta gamma di finiture in alluminio e infinite sfumature di colori. Bandoxaldecor offre soluzioni tecniche esclusive e originali che offrono leggerezza, luminosità e tonalità.

Antipanic: azienda leader nella produzione di maniglioni antipanico per uscite d’emergenza. Presente in 30 paesi nel mondo ha creato il marchio “THESIGN”, il primo ed unico maniglione antipanico completamente costruito in INOX 316 dal design accattivante.

BACKLIGHT SRL: Luce è calore, emozione, la scoperta della verità nascosta nell’ombra. Backlight ha studiato la malleabilità della luce e l’ha manipolata piegandola e plasmandola secondo le proprie esigenze: il risultato è uno straordinario materiale capace di adattarsi ad ogni soluzione.

I-MESH: è un materiale brevettato nella progettazione di protezioni solari ventilate per schermare edifici e persone. In Indoor per creare delle “pareti d’aria” non occlusive, tendaggi e controsoffitti. Sia i materiali che i decori si fondono in un linguaggio grafico in perfetto equilibrio tra tradizione e contemporaneità. I-MESH è Tecnologia e Arte, paradigma di Sostenibilità.

TOSHIBA MATERIALS CO., LTD: TRI-R è la nuova tecnologia LED sviluppata da Toshiba Materials, in collaborazione con TOL Studio (responsabile del brand management, del marketing e della comunicazione), produce una luce simile a quella dello spettro solare. Conferisce nitidezza ai dettagli e alle texture, non altera i colori e crea un atmosfera morbida.

XL EXTRALIGHT®: è un materiale plastico ultraleggero, espanso e reticolato a celle chiuse, risultato di un esclusivo processo produttivo brevettato in Italia e nel mondo che parte dalla formulazione del materiale fino alla fase di stampaggio. Ottenuto da un granulo a base di poliolefine, ha un peso circa 3 volte inferiore a quello di altri con le stesse proprietà meccaniche.

Photogallery – Materials Village Milano 2016Press kit online

Scarica il comunicato stampa di Materials Village a questo link

Tutti gli eventi di Materials Village – Milano 2016

Press Preview:
11 aprile – 15:00 / 20:00
Pomeriggio riservato alla stampa che visiterà in anteprima Materials Village.

Opening 3M: 
12 aprile – 18:00 / 20:00
Inaugurazione dell’Installazione “Urban Three Lounge” di 3M
Evento su invito

Architects Night:
13 aprile – 18:00 / 21:00
Una serata dedicata all’incontro tra architetti e aziende espositrici. Evento aperto ad architetti e professionisti

Dibattito “New Horizons in Creativity: Connecting Architecture, Nature and Humanity”:
14 aprile17:00 / 19:00
Organizzato da Material ConneXion Italia in collaborazione con Abitare.
Intervengono:
Rodrigo Rodriquez, Presidente di Material ConneXion Italia,
Emilio Genovesi, CEO, Material Connexion Italia
Architetto Stefano Boeri
Eric Quint, Chief Design Officer di 3M
Humberto Campana, designer e partner di Estudio Campana
Marco Piva, architetto e fondatore dello Studio Marco Piva
Leonardo Caffo, filosofo, Francesco Librizzi, architetto.

Libreria Abitare – Spazio Ansaldo, Via Tortona 54.  Evento aperto al pubblico.

Cooking Show by Beko:
12-13-15-16 aprile, 17:00 /20:00
Con Alessandro Borghese, testimonial di Beko, che in queste serate rappresenterà
l’azienda esplorando il tema del Colore. Evento aperto al pubblico.

Pre-registrati al Materials Village

Sei un architetto o un produttore di materiali?

Pre-registrati al più importante evento sui materiali al FuoriSalone 2016!

Visita il Materials Village e ottieni 1 mese di accesso GRATIS al più grande database online di materiali innovativi.

Come ottenere l’accesso gratuito:
1) Registrati compilando il MODULO di pre registrazione
2) Visita il Materials Village
3) Presentati nell’area press office

 

Questa pre-registrazione è necessaria per l’attivazione dell’accesso gratuito al database di Material ConneXion. Non sostituisce la registrazione per l’accesso all’area di Superstudio Più dal 12 al 17 aprile disponibile a questo link http://www.superstudiogroup.com/events/
Vieni a conoscere Materials Village 2016

Material ConneXion Italia presenta Materials Village, il più importante evento del FuoriSalone di Milano dedicato alla promozione di aziende innovative e produttrici di materiali.

Vieni a scoprire i vantaggi che Materials Village ti offre e gli ultimi spazi espositivi disponibili!

RSVP
gmarzi@materialconnexion,com
+39 02 8689 1720

Photogallery Designjunction 2015 – edizione LondraPRESS KIT

Scarica il press kit su Material ConneXion Italia The Village – edizione designjunction – Londra 2015

Italian tech & materials for architecture

26 settembre 2015
ore 11:00
designjunction – The College
Cochrane Theatre
Central St. Martins old College site Red Lion sq – London WC1

 

Material ConneXion Italia e Italcementi Group terranno il seminario Italian tech & materials for architecture incluso nel programma di seminari “Design for a Reason”, organizzati da designjunction

Il team italiano della pià grande Library di materiali innovativi e sostenibili presenta le ultime novità sul mondo dei materiali e la sua attività e introduce un interessante caso studio con Italcementi Group, azienda leader nella produzione di materiali high-tech per la costruzione.

RELATORI

Material ConneXion Italia:

Rodrigo Rodriquez – Chairman
Emilio Genovesi – CEO

Italcementi Group:

Fortunato Zaffaroni – ‎Global Sales & Marketing Director

IMG-Principale_low

ITalcementi3

Invito – Material ConneXion Italia “The Village”

INVITO-MCI-the-Village-IT

Photogallery – Materials Village 2015Cartella stampa Materials Village – Edizione FuoriSalone 2015

Materials Village, la piattaforma di eventi ideata da Material ConneXion Italia è sempre più protagonista della Design week. Un concept inedito in grado di far dialogare nello stesso luogo aziende provenienti dai più disparati settori attorno ad un unico tema: l’innovazione e i materiali.

Per l’edizione 2015 Materials Village si sposta in Zona Tortona, nel giardino di SuperStudio, dove con un format innovativo, composto da container e case di varie dimensioni, si potranno scoprire nuovi materiali e processi di lavorazione per dare risposte e soluzioni per il futuro del mondo produttivo.

SCARICA IL PRESS KIT

 

Photogallery Materials Village a 100% DesignPress release: Materials Village a 100% design – Londra

Milano, Settembre 2014 – Dal 17 al 20 settembre 2014 Materials Village, piattaforma di eventi e iniziative per promuovere la cultura dei materiali ideata da Material ConneXion Italia, sarà presente alla ventesima edizione di 100% Design a Londra – Earls Court London, Padiglione Eco, Design & Build, Spazio M500.

100% Design, la più importante fiera di design del Regno Unito, si svolge durante la London Design Week. Per l’occasione la città di Londra diventa un’importante vetrina di eventi in cui è possibile ammirare i più innovativi progetti di design di talenti emergenti e di grandi aziende di settore provenienti da tutto il mondo.

In questo contesto Materials Village presenta uno spazio dedicato interamente al mondo dei materiali innovativi e sostenibili: più di 100 campioni di materiali che il pubblico potrà vedere e toccare con mano oltre a trovare informazioni tecniche e contatti dei produttori. I materiali esposti sono selezionati dalla Library di Material ConneXion, il più grande archivio fisico e online di materiali e processi produttivi, con sedi a New York, Milano, Bangkok, Daegu, Istanbul, Skövde e Tokyo.

Materials Village ospiterà nel proprio spazio due importanti aziende italiane simbolo di innovazione:

– Oltremateria, il cui progetto è nato per essere un punto di riferimento per l’abitare ecosostenibile, dove il know-how tecnologico si affianca alla continua ricerca di soluzioni innovative con l’obiettivo di creare ambienti eco-compatibili, migliorando la qualità della vita attuale e futura e salvaguardando l’ecosistema. Parlare di OLTREMATERIA® significa svelare un sistema di superficie continua per pavimenti e rivestimenti a base acqua, certificato.

– Buzzi & Buzzi, attenta alle richieste e ai linguaggi della contemporaneità, si è affermata in campo

nazionale e internazionale specializzandosi nella proposta di prodotti illuminotecnici a scomparsa totale, grazie allo studio di materiali innovativi e al continuo potenziamento della qualità del servizio.

Partner Tecnico è Roofingreen, azienda torinese che ha ideato, produce e commercializza un insieme di soluzioni modulari innovative per il rivestimento e l’isolamento di superfici ventilate, sia piane che verticali.

In questa occasione verrà presentata, e già disponibile al pubblico, la terza edizione delle Material Box, contenitore di materiali selezionati, tra i più innovativi nel panorama dei produttori italiani, fonte di ispirazione progettuale o da utilizzare per scopi didattici o di ricerca. Alle tradizionali quattro Material Box (Interni, Esterni, Sostenibilità, Moda e Accessori) si aggiunge un’edizione speciale curata da SiExpo dedicata a Expo 2015. Si possono inoltre attivare abbonamenti annuali al database di Material ConneXion con uno sconto del 25%.

Press kit

Photogallery Materials Village – Milano Le prossime tappe del Materials Village

L’incontro per l’aperitivo che Material ConneXion Italia ha offerto ai partner della prima edizione del Materials Village è stato l’occasione per presentare le prossime tappe del viaggio che compirà il villaggio dei materiali.

Il presidente di Material ConneXion Italia Rodrigo Rodriquez ha sottolineato il rilievo di questa operazione ricordando quanto sia importante la ricerca materica per il futuro del design: “Là dove tutte le forme sono già state inventate è oggi la materia ha dare valore psicosensoriale alle creazioni dei designer” ha dichiarato.

Rodriquez ha voluto ringraziare personalmente tutte le aziende italiane e straniere che hanno preso parte alla piattaforma organizzata durante la Design Week 2014 alla Triennale di Milano. “Aziende che hanno creduto e investito in questa iniziativa, seppur in un momento di crisi economica da cui però, a giudicare dal successo di pubblico e dall’interesse riscontrato, pare si possa dire che si stia per uscire”.

Ha poi preso la parola Emilio Genovesi, CEO di Material ConneXion Italia che ha spiegato: “In questi giorni tutto il mondo guarda a Milano per trovare le innovazioni nel design e quindi non c’era occasione migliore per far partire il nostro Materials Village, che non è un progetto effimero, ma l’inizio di un viaggio. A settembre infatti andremo a Londra 100% Design e avremo uno spazio simile per dimensioni a quello avuto qui in Triennale, ma al chiuso. Perché se la fortuna ci ha assistito durante questa edizione del Salone del Mobile, il primo non bagnato dalla pioggia che si ricordi, a Londra il rischio acquazzoni è troppo alto!”

Genovesi ha aggiunto che chi volesse iniziare a prendere contatti per proseguire il viaggio o entrare per la prima volta nel Materials Village, può farlo connettendosi al sito www.materialsvillage.com o scrivendo direttamente all’indirizzo info@materialsvillage.com. Per chi fosse interessato c’è anche la possibilità di partecipare ad una tappa intermedia, di dimensioni leggermente ridotte, il prossimo luglio a Innoprom a Ekaterinburg in Russia.

ECOZEMA per Materials Village

ECOZEMA partecipa all’aperitivo offerto da Material ConneXion Italia al Materials Village fornendo piatti, bicchieri, tovaglioli e posate sostenibili, articoli monouso biodegradabili e compostabili.

 I biopolimeri biodegradabili e compostabili derivanti da fonti vegetali rinnovabili sono oggi una realtà. ECOZEMA, Fabbrica Pinze Schio Srl, utilizza biopolimeri come Mater-bi® (www.materbi.com) o Ingeo™ (www.natureworksllc.com) per produrre posate, bicchieri e piatti compostabili secondo norma europea EN13432. Tale norma stabilisce a livello europeo le caratteristiche che devono avere i prodotti affinché sia possibile smaltirli in impianti di compostaggio industriale. Le nostre posate sono state le prime la mondo ad ottenere il marchio OK-Compost, emesso da AIB-Vincotte in ottemperanza alla norma EN13432. Oltre a posate, bicchieri e piatti la linea Ecozema comprende anche numerosi altri prodotti adatti all’organizzazione di un evento o di una mensa a basso impatto ambientale. Fabbrica Pinze Schio Srl con la sua linea Ecozema si pone oggi come leader tra le aziende europee impegnate nella produzione e distribuzione di tali tipologie di prodotti.

Invito Aperitivo Materials VillageACT Shenkar projects gallery

ACT Shenkar, un centro di idee creative, si sforza di creare valore sociale ed economico, ridefinendo i confini di arte, design e ingegneria, e portando queste idee creative verso la sostenibilità.

Matteo Ragni – Matteo Ragni Studio

Matteo Ragni si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano. Nel 2001 ha vinto con Giulio Iacchetti il Compasso d’Oro ADI per la forchetta/cucchiaio biodegradabile “Moscardino”, ora nella Collezione Permanente del Design presso il MOMA di New York.

Nel 2008 ha vinto il Wallpaper Design Award ’08 per la lampada da tavolo/ferma libri Leti prodotta da Danese. Sempre nel 2008 ha fondato TobeUs, marchio di macchinine in legno prodotte artigianalmente in Italia un marchio che vuole essere un manifesto per un consumo consapevole e che spesso si occupa di workshop e mostre itineranti. Per la casa editrice Corraini ha pubblicato “Camparisoda: l’aperitivo veloce futurista, da Fortunato Depero a Matteo Ragni” per celebrare i 100 anni del Futurismo e, nel 2012, il libro “Wallpaper Celebrations”. Sempre nel 2012 ha vinto il Premio Nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi” per il progetto W-eye. A fine 2013 si è tenuta all’ Istituto Italiano di Cultura di Toronto una mostra celebrativa sulla sua attività dal titolo “Matteo Ragni: Almost 20 Years of Design”.

All’attività di designer affianca quella di docente in diverse università internazionali, di art director e architetto.

Marco Piva – Studio Marco Piva

Marco Piva definisce il suo linguaggio emozionante, fluido e funzionale, firmando le proprie realizzazioni legate all’architettura, al product e all’interior design. Lo sforzo nella ricerca materica e tecnologica, il valore della differenziazione, l’innovazione progettuale sfociano nella  fondazione dello Studiodada Associati, la cui produzione diventa una delle più rappresentative del periodo del Radical Design. Negli anni ’80 apre lo Studio Marco Piva, la cui attività spazia dai grandi progetti architettonici alla progettazione d’interni, fino al disegno industriale. Viaggiatore prima ancora che progettista, studia e crea soluzioni progettuali intrise di libertà stilistica, gli oggetti si caricano di emozionalità e nuova simbologia, i colori contrastano ogni intellettualismo e rigidità.

Ha realizzato numerosi progetti di architettura e interior design.

In Giappone, a Osaka, ha partecipato alla progettazione e costruzione dell’innovativo complesso residenziale Next 21, ha realizzato il Laguna Palace a Mestre, il Port Palace a Montecarlo, l’Hotel Mirage a Kazan, l’Una Hotel di Bologna, il T Hotel di Cagliari, Il Move Hotel a Mogliano Veneto, il complesso multifunzionale Le Terrazze a Treviso. Per il Gruppo Boscolo realizza le Suites dell’Exedra di Roma, il B4 Net Tower di Padova ed il Tower Hotel di Bologna. A Dubai, su Palm Jumeirah, ha progettato il Tiara Hotel e l’Oceana Hotel. Sempre a Dubai ha progettato l’innovativo complesso Porto Dubai. In Russia sta progettando il nuovo complesso del Porto fluviale di Novosibirsk.

Esporta all’estero il suo know how ed è attualmente impegnato nella realizzazione del complesso residenziale di Changzhou (Cina), nel recupero di un edificio monumentale a San Pietroburgo e di prestigiose residenze private. Intanto in Italia sta portando avanti il progetto architettonico di ristrutturazione ed ampliamento dell’Hotel Gallia a Milano, e continua la collaborazione con la prestigiosa maison Bulgari per il disegno delle sue vetrine in tutto il mondo.

Marco Piva Atelier Design disegna per: A Project, Altreforme, Arflex, Arpa Industriale, Bross, Cabas, Ceramica Cielo, Colombo Design,  Confalonieri, Corinto, De Majo, Deko, Ege, Estro, Fabbian, Frati, Gaggiolini, Gattoni Rubinetteria, Gervasoni, Kvadrat, i Guzzini Illuminazione, L’Abbate, La Murrina, Lamm, Lapis, Leucos, Lithea, Marioni, Meritalia, MisuraEmme, Moroso, Nito, Novello, Oikos, Omnitex, Pierantonio Bonacina, Poliform, Potocco, Rapsel, Reflex, Schonhuber Franchi, Serralunga, Sicis, Sirrah, So Far So Near, Stella Rubinetterie, Tisettanta,  Unopiù, Up Group, Valpra, VDA, Jacuzzi, Xilo1934, Zonca.

Massimiliano Mandarini – Marchingenio

Architetto e designer, si occupa da anni di ricerca e progettazione integrata tra design, architettura e sostenibilità. Progettista, consulente e coordinatore di svariati progetti e realizzazioni in ambito pubblico e privato in Italia e all’estero. Svolge attività di docenza e ricerca presso il Politecnico di Milano e Polidesign. Membro del gruppo di ricerca “Unit Design Strategy” Dipartimento Design Politecnico di Milano e dei gruppi di ricerca progetti europei.

Esperto nelle tematiche d’innovazione dal design all“architettura prodotto ” per l’ambiente costruito in particolare per gli aspetti d’interior design, life style, green design e green building, landscape design, progettazione ambientale, servizi e strategie tailor green e low carbon.

Membro del Board di Green Building Council Italia e, sempre per GBC, membro del comitato formatori, certificazione e chapter. Membro del board del chapter Green Building Lombardia.

Laureato nel 1999, esercita la libera professione di architetto e designer dal 2001, nel 2008 ha fondato Marchingenio Workshop “Creative Design Center”, specializzato in Innovation Design, Interior & Product design, Green Tecnology, Idustrial Architecture e Creative Service.

Creative Director di MARCHINGENIO WORKSHOP International Design Center start up nata e accompagnata dal Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, nata per unire tutta la filiera del progetto in un Centro servizi di design, attraverso servizi e progetti integrati in ambito pubblico e privato, dall’attività di ricerca e sviluppo alla fase di progetto e di prototipizzazione.

Vincenzo Collesi – Collesi Italian Vision

Architetto Vincenzo Collesi, nato a Melfi, a Sud dell’Italia, nel 1974, da una famiglia di “creativi”.

Lo Studio di Architettura Collesi si trova a Milano, la sede è concepita come una vetrina per accogliere i clienti, che possono non solo vedere e comprendere l’impostazione stilistica offerta, ma anche toccare con mano i materiali con cui lavoriamo, vivere l’atmosfera abitativa che è stata ricreata negli ambienti e verificare alcune delle soluzioni tecnologiche che proponiamo.

Il nostro lavoro è basato su proposte progettuali esclusive per ogni singolo cliente. Ogni nuovo progetto creativo è studiato e realizzato su misura in ogni singolo dettaglio.

Ogni progetto è unico, diverso ed esclusivo perché nasce e si sviluppa dalla reale comprensione del desiderio del cliente, che viene accompagnato verso il risultato finale, studiando  ed esaltando  il suo gusto personale,  senza proporre “mode del momento”. La proposta stilistica dello Studio Collesi si può definire classica con qualche contaminazione  raffinatamente moderna.

Ogni singolo dettaglio viene valutato, studiato, proposto ed infine scelto insieme al cliente, controllandone in modo quasi maniacale la realizzazione, scegliendo con cura i materiali più adatti ma anche più innovativi e le soluzioni tecnologiche più moderne, per un risultato esteticamente appagante, ma anche di notevole valore. Il risultato è davvero raggiunto se il cliente trova recepiti e realizzati i suoi gusti personali, e  se a lavoro consegnato si sente davvero a casa propria, e percepisce un reale senso di appartenenza e benessere.

Questo ambizioso risultato si raggiunge solo con un  affiatato gioco di squadra  tra cliente ed architetto, ma non solo. Un ruolo fondamentale  è senz’altro giocato dalle ditte artigianali italiane, che da anni realizzano per noi la parte manifatturiera. Questo è il secondo punto focale che contraddistingue la realizzazione dei nostri progetti: le lavorazioni sono affidate solo a selezionate imprese italiane che esprimono i massimi livelli dell’artigianalità e del “saper fare italiano” con l’utilizzo esclusivo di materiali e tecnologie made in Italy.

Lavoriamo da tempo con un pool affiatato di artigiani falegnami, ebanisti,  marmisti, fabbri, decoratori, produttori di tessuti,  che non solo realizzano egregiamente i nostri progetti ma che spesso sono parte integrante nella concezione degli stessi, attraverso l’uso sinergico ciascuno dei propri know how e la sperimentazione  di materiali e soluzioni innovative.

La nostra casa “Collesi Italian Vision” è aperta a chi ama la tradizione che si rinnova senza pregiudizi, il frutto di ore passate a fare e disegnare nei laboratori degli artigiani.

Giulio Ceppi – Total Tool

Giulio Ceppi, architetto laureato nel 1990 al Politecnico di Milano, studia anche Visual Design alla Scuola Politecnica di Milano, è Dottore di Ricerca in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano, dove dal 1995 è docente nella Facoltà del Design.

Ha tenuto numerosi cicli di conferenze e seminari di progetto in Italia ed Europa, Stati Uniti, America Latina e Giappone ed è stato docente incaricato presso le Facoltà di Architettura di Genova, Torino e “La Sapienza” di Roma.

Nel 2004 fonda e dirige (fino al 2006) il Master in Business Design di Domus Academy, inserito da BusinessWeek tra i primi 10 master europei.

E’ direttore dalle collana Fausto Lupetti Design e autore di numerosi saggi e volumi sulla cultura del progetto e l’innovazione creativa.

Si occupa di progettazione sensoriale, design dei materiali e sviluppo di nuove tecnologie: dal 1991 al 1997 con Domus Academy Research Centre realizza progetti innovativi per Abet Laminati, Assoplast, BFAutomobile, Bracco, Enichem, Eternit, Mitsubishi, Montell, Philips Lighting, Pitti Immagine, Seleco, Swatch…

Cura e partecipa a numerose mostre di ecodesign e progettazione dei materiali alla Triennale e al Salone del Mobile di Milano, alla Mole di Torino, a Pitti Firenze, da Sacks 5ftAvenue a New York, e più recentemente in Giappone a Kyoto e Yokohama.

Dal 1992 al 1999 progetta con Paolo Bodega architetture e sistemi ambientali per Archivio Disarmo, Bonaiti Serrature, Biorad, Imec, Levi’s, Philips, Sony, Silea, 3M Italia… pubblicati sulle principali riviste internazionali ed esposti in varie manifestazioni, tra cui la Biennale di Venezia del 2001.

E’ membro dal 1992 dell’Associazione Nazionale Bioarchitettura e del relativo Curatorium.

Dal 1998 al 2001 é Senior design consultant di Philips Design, network di ricerca e progetto con oltre 450 dipendenti e sedi in 25 diversi paesi nel mondo che nella sede milanese ha sviluppato vision e concept design, occupandosi di convergenza tra elettronica e altri settori merceologici.

Nel 1999 fonda e dirige Total Tool, società per management dell’innovazione e progettazione strategica, oggi con sedi a Tokyo e Buenos Aires, con cui lavora per aziende quali Albatros, Andersen Windows, Autogrill, Coop, Danese, Deborah, Festo, Fiat, Leuci, Gruppo Auchan/la Rinascente, Illycaffè, Luceplan, Mitsubishi, Motorola, Nestlè, Nike, Nissan, Oikos, Pirelli RE, SaporitiItalia,  Terme di Cianciano, TerraMoretti, Vertu, Viacom, 3M ed enti vari, tra cui Bormio 2005, Comune di Venezia, PepsiCo, Politecnico di Milano, Provincia di Lecco, Reggio Children, Torino 2006.

Nel 2005 Total Tool ha prodotto la mostra Oggetti esistibili per la Triennale di Milano (catalogo Scheiwiller), poi esibita a Roma, Shangai e San Paolo.

Total Tool ha vinto diversi premi internazionali: premio Impresa Cultura (2000), XX e il XXI Compasso d’oro (2004-08), l’Hall of Fame ICSID (2007), il premio ConfCommercio all’ Innovazione (2010) e ha esposto propri progetti in diversi musei e istituzioni culturali.

Giulio Ceppi vive e lavora tra Milano e il lago di Lecco, dove è nato nel 1965.

Vip Lounge photogallerySynchronicity

“Il titolo che abbiamo dato all’allestimento è Synchronicity. Un’installazione sui materiali: un’idea molto seducente per un designer. Un’occasione irripetibile, per realizzare un sogno: mettere in scena  materiali meravigliosi, con le loro caratteristiche strabilianti e inaspettate, le loro origini naturali o totalmente aritificiali, virtuosi, sostenibili o espressione di una ricerca scientifica e tecnologica di avanguardia.

Una tentazione unica quella di metterli tutti nello stesso ambiente e dirigere una metaforica orchestra di possibilità progettuali.

Sincronicity è precisamente questo: la realizzazione di una fantasia quasi infantile. Un meccanismo di precisione che parla di sincronia, di movimenti e posizioni non casuali, dello scorrere fluido di un processo organico, benché giostrato e diretto dall’uomo.

Guardare a questi materiali innovativi e pieni di potenzialità con un occhio così libero da “impegni” progettuali è servito soprrattutto a scoprire le possibilità concrete e di rendere omaggio, almeno simbolicamente, al tempo che stiamo vivendo: ricco, stimolante, vivace. Un giardino artificiale che germoglia sotto i nostri occhi, costruito con saggezza e impegno ecologico. Più di così…” Matteo Ragni

matteo ragni studio
www.matteoragni.com

 

星星 (XingXing)

MATERIA E LUCE

XingXing, in cinese “Stella”: un corpo che emette energia e luce.

Nella casa progettata da Marco Piva per Materials Village la materia, sia naturale che di sintesi, è trattata per dialogare con la luce.

La materia riflette, rifrange, emette luce propria, si anima di texture e di segni che la rendono viva, coinvolgente.

La materia emette un’energia mutevole, sinestetica, che interagisce con fonti luminose naturali e artificiali.

Il marmo statuario di Carrara, la pietra lavica siciliana, l’acciaio, il cemento e tessere di vetro, tra giochi di contrasti e nuove percezioni tattili e visive, sono i protagonisti di questo spazio volutamente trascendente, che allude alla casa in termini di essenzialità spaziale e rigore volumetrico.

Con la collaborazione delle prestigiose aziende italiane Apuomarg, Casapiù, Gattoni Rubinetteria e Leo Visconti, il progetto XingXing racconta le qualità intrinseche della materia, che trovano espressione grazie alla capacità dell’uomo di saperle individuare e plasmare.

Il mondo della Natura e dell’Artificio si incontrano in XingXing, uno spazio di eleganti  geometrie e raffinate modulazioni.

Collesi Italian Vision

Collesi Italian Vision: progetti istintivi ed empirici che sbocciano, crescono ed evolvono a partire dalle nostre radici, pezzi unici ed esclusivi di grandi artigiani, figli del rapporto intrigante con il materiale e il saper fare.

Pezzi unici ed esclusivi di grandi artigiani, figli del rapporto intrigante con il materiale e il saper fare, più che di una calcolata scelta di marketing :  progetti istintivi ed empirici  al tempo stesso, che sbocciano, crescono ed evolvono a partire dalle nostre radici composte da esperienze e culture, manualità e architetture, relazioni e curiosità.

Nessuna pretesa di indicare tendenze o rappresentare stili ci ha spinti a proporre questi nostri pezzi, ma solo una forte motivazione a ri-percorrere insieme agli artigiani, con cui lavoro da molti anni, percorsi progettuali e produttivi dedicati a chi è in grado di comprendere ed amare gli oggetti che, oltre all’inevitabile funzione, sappiano raccontarci sempre qualcosa di loro, di chi li ha concepiti, realizzati e infine, di chi li ha scelti.

Ogni prodotto di questo mondo nasce da un progetto che incontra materiali e tecnologie ma non tutti i prodotti possono dirsi “sinceri”, in grado quindi di esprimere senza veli e senza orpelli , i valori di tradizioni e innovazioni, di studi ed esperimenti che li rendono contemporanei, sempre.

Un impegno: Collesi Italian Vision firmerà solo oggetti nati in questa filiera che unisce progettista, artigiano e cliente nel circolo virtuoso che sa generare qualità e unicità, dando valore ai valori di cui il nostro paese è ricco.

Walking design

La città di Lissone si mobilita e realizza una marcia di design dal significato simbolico, una manifestazione collettiva che coinvolgerà tutti i soggetti legati al mondo della produzione e del design. La marcia, che toccherà i luoghi simbolo del design milanese, vedrà la partecipazione di tutti i cittadini che, vestiti di un “abito del progettista” pensato per l’occasione, daranno vita ad una nuvola colorata, un’installazione itinerante per le vie di Milano, rappresentazione estetica di quel “saper fare” che da sempre contraddistingue la città ed il sistema della Brianza. La marcia si chiuderà con la realizzazione in tempo reale, da parte di artigiani e studenti, di sistemi di arredo “sottosoglia” flessibili, reversibili, di basso costo ma dall’alto valore sociale.

Walking Design è il preludio di un progetto a più lungo raggio, che vedrà la trasformazione di Lissone in un museo a cielo aperto, un “museo dell’immateriale” fatto dei dialoghi intercorsi tra progettisti e produttori, delle storie che precedono la realizzazione degli oggetti e che costituiscono la più “intima” storia del design italiano.

DESIGNER/CRITICI PARTECIPANTI

4p1b, A-rstudio, Alhambretto, Luca Antonini, Daniele Amidani, Valentina Auricchio, Federico Angi, Alessandra Baldereschi, Anna Barbara, Alberto Bassi, Matteo Beraldi, Alberto Biagetti, Luisa Bocchietto, Giorgio Bonaguro, Eleonora Boneschi, PG Bonsignore, Virginio Briatore, Stefano Caggiano, Carusodangelistudio, Marta Lavinia Carboni, Enrico Cesana, Aldo Colonnetti, Serena Confalonieri, Carlo Contin, Luciano Crespi, Valenina Croci, CTRLZAK, D’Alesio&Santoro, Lorenzo Damiani, Valentina Della Costa, Matteo Devecchi, Francesco Faccin, Ali Filippini, Cristina Fiordimela, Roberto Galbiati, Massimo Giacon, Ghigos Ideas, Alessandro Guerriero, Denis Guidone, Alessandro Gnocchi, Gumdesign, Gruppo A12, Giulio Iacchetti, Giotirotto, Alberto Iacovoni, JoeVelluto, Giorgio Laboratore, Stefano Maffei, Elia Mangia, Giovanni Mantegazza, Alessandro Marelli, Ilaria Marelli, Ilaria Mazzoleni, Alessandro Mendini, Meneghello Paolelli Associati, Ico Migliore + Mara Servetto, Michela Milani, Chiara Moreschi, Antonio Morlacchi, Duilio Novellini, Mauro Olivieri, Liviana Osti, Lorenzo Palmeri, Donata Parruccini, Giulio Patrizi, Ugo La Pietra, Alessandro Peisino, Luca Porcellini, Matteo Ragni, Davide Rampello, Recession Design, Chiara Ricci, Christof Ronge, Francesco Ruffa, Silvana Angeletti e Daniele Ruzza, Elena Salmistraro, Luca Scacchetti, Luca Scarpellini, Antonio Scarponi, Brian Sironi, Valerio Sommella, Sovrappensiero, Studiocharlie, Studionatural, Elio Talarico, Leonardo Talarico, Matteo Thun, Carlo Trevisani, Luca Trombetta, Uovodesign, Gianni Veneziano e Luciana Di Virgilio / V+T, Diego Vencato, Alessandro Zambelli, Alberto Zanchetta, Whomade.

AZIENDE/ASSOCIAZIONI PARTECIPANTI

Abet Laminati, AC, AF2, Aliprandi e Gariboldi Arredamenti, Arosio Carlo di Arosio Luca & C., Arredospaziocasa – Realnotti, Arredando, Arredosalotto, Artigiani Cerizzi, Cereda Softline, Citterio F.lli di Lucio Gianfranco & C., Civati Arredamenti, Cleaf, Concept Store Cucine Lube di Misuraerre sas, Dassi Albano di Dassi Fausto & C., Dassi Arredamenti, Domus Arredi, Expert Arosio Luce Srl, Galbiati Natale & Figli, Executive Design Mobili Contemporanei, Gardesa, Gedal, Gislon Pubblicità, GV di Villa Gianluca, Il Regno della Cameretta, Internoitaliano, La Cameretta Ideale, La Chiocciola di Iseo srl, Legma Grafiche, MilanoMaker, Mario Terlera Sistemi, Murtarelli Salotti e Design, New Arcobaleno, Oggioni è qualità di Roberto Oggioni, Padiglione Italia, Pasnu, Slowd, Spinelli, Valtorta Arredamenti.

Photogallery: gli interni delle case del Materials VillageR EVO³ di Gardesa sponsor della Walking Design

Oggi pomeriggio, durante la settimana in cui Milano e il mondo celebrano il design, una marcia colorata e pacifica promossa dal Comune di Lissone attraverserà il centro del capoluogo meneghino.

Una mobilitazione collettiva dall’elevato significato simbolico pensata da Ghigos Ideas, lo studio di design che ha collaborato con Gardesa nella progettazione di R EVOᶟ, che si snoderà attraverso i luoghi rappresentativi del design milanese.

Attori e protagonisti di questa inedita marcia, progettisti, artigiani, architetti e studenti della città di Lissone che, in uno speciale “abito da progettista”, daranno vita a un’installazione itinerante simbolo di quel “saper fare” che da sempre contraddistingue il sistema della Brianza.

Oltre trecento persone hanno già confermato la loro adesione, fra cui nomi molto importanti del mondo della produzione e del design come Luisa Bocchietto, Virginio Briatore, Alessandro Guerriero, Stefano Maffei, Alberto Biagetti, Whomade.

La marcia partirà dalla Vip Lounge del Materials Village a La Triennale di Milano alle 16.30 e si concluderà in Piazza dei Mercanti, dove artigiani di Apa Confartigianato Lissone e studenti dell’Ipsia G. Meroni realizzeranno in tempo reale sistemi di arredo in scala 1:1 per la riqualificazione degli alloggi cosiddetti “sottosoglia” (in cui lo spazio abitativo è inferiore ai 25 mq) dove l’arredo diventa un elemento fondamentale ai fini della vivibilità.

In Piazza Mercanti con del nastro adesivo verrà tracciato il perimetro di un virtuale alloggio “sottosoglia” al cui interno verranno posizionati dei prototipi di arredi appositamente progettati nel Laboratorio di teorie e pratiche del progetto, Corso di Laurea in Design degli Interni del Politecnico di Milano (proff. Crespi e Calzoni).

In questo alloggio virtuale Gardesa metterà a disposizione come porta d’ingresso un esemplare della gamma R EVO³, la prima porta blindata totalmente personalizzabile e sostenibile, per dimostrare che valori come sicurezza,  design e sostenibilità sono temi di interesse sociale, oltre che progettuale.

Gli arredi saranno visibili in un reale alloggio “sottosoglia” messo a disposizione dal Comune di Milano in via Solari n.40 (apertura al pubblico il 9 aprile alle 18.30) e che sarà visitabile fino al 13 aprile quando si concluderà la Milano Design Week 2014.

Walking Design è un progetto dello studio di design Ghigos Ideas e di Lissone Work in Project.

Per informazioni www.ghigos.com | info@ghigos.com

Iniziativa patrocinata da: ADI Associazione per il Disegno Industriale, via Bramante 29, Milano.