PUMA e MIT Design Lab

I batteri nell’abbigliamento possono davvero rendere un atleta più veloce?

PUMA e MIT Design Lab presentano gli ultimi risultati della ricerca nel campo del Biodesign.

Una scarpa sportiva che respira, che costruisce i propri percorsi di areazione per permettere una respirazione del piede personalizzata? Una suola che gestisce e previene la fatica e migliora le prestazioni atletiche? Una t-shirt che risponde ai fattori ambientali modificando il proprio aspetto per rendere consapevole chi la indossa della qualità dell’aria circostante?

Quelle che sembrano a prima vista visioni futuristiche, sono invece risultati concreti della ricerca ottenuti PUMA e dal Design Lab del MIT (Massachusetts Institute of Technology) che verranno presentati ad Aprile, a Milano, durante la Design Week.

PUMA e MIT Design Lab hanno collaborato, a partire da Giugno 2017, a una ricerca nel campo del Biodesign, la disciplina che utilizza materiali organici viventi, come alghe o batteri, per creare prodotti, rendendo possibile realizzare una maglia da calcio dalla seta di un ragno o una scatola di scarpe cresciuta da un micelio, ovvero l’apparato vegetativo dei funghi.
PUMA Biodesign esplora le nuove frontiere del design biologico e della produzione per portare gli avanzamenti della scienza e delle biotecnologie più vicini alla nostra vita quotidiana grazie ai prodotti sportivi.

A Milano, durante la Milano Design Week, presso il Materials Village e la mostra “Smart City: Materials, Technology and People” organizzati da Material ConneXion Italia, saranno esposti quattro esperimenti: “Breathing Shoe”, “Deep Learning Insole”, “Carbon Eaters” e “Adaptive Packaging”.

“Breathing Shoe” è una scarpa “biologicamente attiva” che esplora le nuove possibilità di bio-produzione, abilitando una circolazione d’aria personalizzata grazie alla capacità del tessuto di creare i propri canali di traspirazione per mantenere il piede sempre fresco.

“Deep Learning Insole” è un plantare di nuova generazione che migliora le prestazioni atletiche grazie ad un biofeedback in tempo reale. Il plantare utilizza i parametri vitali dei microrganismi di cui è composta per misurare nel tempo i fenomeni biochimici che indicano stati di benessere o di stress.

La t-shirt microbioattiva risponde a fattori ambientali cambiando il suo aspetto in modo da rendere tangibile a chi la indossa la qualità dell’aria con cui viene a contatto.

La ricerca si è anche spinta oltre e ha permesso di studiare la produzione di materiali biologicamente programmati per modificare la loro forma e la loro struttura e diventare nuove tipologie di packaging personalizzabile e biodegradabile.

L’esposizione realizzata grazie alla piattaforma di bioprototipazione Biorealize, si concentra su come la prossima generazione di prodotti per atleti quali scarpe, abbigliamento e accessori si potrà adattare in tempo reale a chi li indossa utilizzando organismi viventi per migliorare le prestazioni dei prodotti e degli atleti.

 

PUMA is one of the world’s leading Sports Brands, designing, developing, selling and marketing footwear, apparel and accessories. For over 65 years, PUMA has established a history of making fast product designs for the fastest athletes on the planet. PUMA offers performance and sport-inspired lifestyle products in categories such as Football, Running and Training, Golf, and Motorsports. It engages in exciting collaborations with renowned design brands to bring innovative and fast designs to the sports world. The PUMA Group owns the brands PUMA, Cobra Golf and Dobotex. The company distributes its products in more than 120 countries, employs more than 11,000 people worldwide, and is headquartered in Herzogenaurach/Germany. For more information, please visit

www.puma.com

Informazioni www.puma.com